Vienna, affascinante metropoli mitteleuropea, è una delle mete proposte da Viaggi di Architettura, resa speciale con la partecipazione di una guida specializzata, residente in loco.

L’itinerario alla scoperta della capitale austriaca inizia con una passeggiata a piedi per il centro storico:

  • Cattedrale di Santo Stefano
  • Haas Haus (Hans Hollein, 1990), uno dei primi esempi in Europa di architettura moderna a stretto contatto con edifici storici
  • Zacherl Haus (Josef Plecnik, 1905) e la farmacia Engel-Apotheke di Oscar Laske, entrambe costruiti nei primissimi anni del XX sec.Judenplatz (piazza dei Giudei- Jabornegg&Palffy, 2000)
  • Memoriale all’Olocausto
  • Centro Visite del Parlamento Austriaco (Geiswinkler&Geiswinkler, 2006)
  • Kärntner Bar e la Looshaus (Adolf Loos). Questo edificio così semplice (soprannominato la casa senza sopracciglie) è sempre stato considerato rivoluzionario proprio per la mancanza di ornamento (Ornamento è delitto, come il famoso scritto dello stesso Loos)
  • Caffè al Palmenhaus, serra ristrutturata dallo studio EOK all’interno del Burggarten (giardini dell’Hofburg)

meliavienna

Tappe imperdibili a Vienna sono:

  • il Museum Quartier (MQ), zona espositiva museale con negozi e caffè, ricavata dal restauro delle scuderie imperiali
  • il cubo di vetro della Kunsthalle
  • il MUMOK (Museum Moderner Kunst
  • il Museo Leopold, che contiene la maggiore di opere al mondo di Egon Schiele e numerose di Gustav Klimt

Per avere la possibilità di sperimentare quello per cui Vienna è famosa: il coniugare arte con l’architettura, nella stessa zona si trovano anche numerosi negozi e non solo famosi per il loro design, che potranno essere inseriti nella visita a seconda del gradimento dei partecipanti e/o del tempo a disposizione:

  • A1 Lounge
  • Getreidemarkt
  • Hotel Le Meridien
  • Naschmarkt, il mercato della frutta e verdura, dove sono presenti numerosi venditori di cibo viennese ed etnico
  • un edificio della Secessione Viennese di Olbrich con le tante architetture di Karlsplatz
  • opere di Wagner (edifici della metropolitana)
  • Akademiehof, la vicina Opera di Vienna di Gottfried Semper

leopold-museum-vienna

Trasferimento verso il Danubio per andare a visitare l’EdificioPostale di Otto Wagner e due opere care a tutti i viennesi, del visionario artista-architetto-scrittore che ha creato un linguaggio totalmente nuovo e personale:

  • il Museo
  • il Condominio Hundertwasser

Alla scoperta di Vienna è tempo di lasciare il centro per visitare i quartieri esterni, dove si sono espressi i migliori architetti moderni e contemporanei per creare nuove forme abitative.
Un transfer in metropolitana con la guida residente a Vienna verso la fermata Gasometer, dove si trova il quartiere omonimo e che ospita edifici di Jean Nouvel, Coop Himmelblau e altri.
Il percorso continua verso nord con la fermata Spittelau, dove troviamo nelle vicinanze l’utopia realizzata del Karl Marx Hof (Ehn, 1930) e il Wohnbau Spittelau di Zaha Hadid (2004).
Poco distante, oltre il fiume, fermata Kaisermühlen, l’espansione residenziale di Donau City (Hollein e altri, 1998) e la Siedlung Pilotengasse con gli edifici di Herzog & De Meuron.
Ritorno sull’altra sponda verso le colline per visitare un interessante esempio di cohousing con servizi (piscina, ristorante, ecc.) gestito dagli abitanti:

  • Kabelwerk
  • Wienerberg City
  • Sargfabrik

Non lontano si trova il quartiere Werkbund Siedlung con opere di Rietveld, Loos e Plischke e la Villa Wagner, costruita per se’ dal grande maestro, ora sede del Museo Ernst-Fuchs.

Contatta il team di Viaggi di Architettura per informazioni, prenotazioni o personalizzazioni sull’itinerario dedicato alla città di Vienna.

Scroll to top