Con l’itinerario creato da Viaggi di Architettura potrete conoscere tutto ciò che merita vedere e scoprire nella città spagnola di Valencia. Una città mediterranea, interculturale e multietnica, dove la sua architettura vive in armonia tra antico e contemporaneo.

La passeggiata accompagnata con la nostra guida locale alla scoperta di Valencia inizia a piedi per la Città delle Arti e della Scienza (Calatrava 2001-2006), i giardini semi-coperti e il planetario. Un tragitto in trenino aperto che seguirà il vecchio percorso del fiume Turia, per ammirare:

  • il Ponte Alameda (Calatrava, 1995)
  • il Palau de la Musica (Josè Marìa de Paredes, 1987)
  • il Museo della Scienza (2001)
  • il Museo Oceanografico (Felix Candela, 2001)
  • il Parco del Turià (Bofill/vari)

parco-del-turia-by-night

Nel centro storico il percorso prosegue a piedi attraverso i diversi edifici:

  • il Mercado Central (1928)
  • il Mercado del Colòn (1917)
  • l’Estacion del Nord (1917)
  • la Plaza de toros (Sebastiàn Monleòn, 1850)
  • la Cattedrale in stile gotico-romanesco (XIII-XVIII sec.)
  • la Lonja (XV sec. patrimonio UNESCO)
  • il Palazzo del Governo Regionale (XV sec)

 

Periferia di Valencia

Partenza con bus privato e guida verso la zona periferica della città per la visita a diversi edifici:
  • il Complesso residenziale Espai Vert (Antonio Cortès, 1992), insolito complesso “verde” che ospita 300 residenti in appartamenti spaziosi, ognuno con giardino pensile
  • la Ciutat Universitaria
  • la Biblioteca dell’Università (Grassi, 1988)
  • il Centro Congressi (Foster & Partners, 1998)
  • Reales Atarazanas (XIV secolo)
  • Estadio de Mestalla (1923)

estadio-de-mestalla

Proseguimento per la nuova zona portuale progettata come uno dei porti più importanti del Mediterraneo che comprende:

  • il Balcòn al mar (Josè Maria Tomàs Llavador/vari, 2006). All’ si trova
  • il America’s Cup Pavilion, costruito ingresso della nuova darsena in soli 11 mesi e che comprende decine di ristoranti e locali (David Chipperfield/Fermìn Vzquez, 2006)
  • l’Estaciòn Martima
  • la Malvarrosa sita nella zona liberty
  • il Paseo Maritimo

 

Bioedilizia a Valencia

Il tour dedicato alla bioedilizia inizia con la Nuova Stazione Centrale che ospita l’AVE, treno ad alta velocità che collega Valencia con le città spagnole più importanti. La stazione ubicata sotto al Cabecera Park, polmone verde di 74 acri che comprende una foresta mediterranea con un lago immenso, un Bioparc e giardini zoologici, un parco di divertimenti sul tema della botanica e un auditorium all’aperto.
Proseguimento per zona della Torre a sud della città, che comprende 2.800 abitazioni su un sito di 350.000 m² sulle sponde del nuovo percorso del fiume Turìa. Edifici, paesaggi e aree per servizi sono perfettamente integrati nella huerta mediterranea (Toyo Ito/Muller Arquitectos/Manuel Gausa/R&SIE/ YO2/MVRDV e altri).
Occasione anche per visitare musei come:

  • IVAM (Institut Valencià d’Art Modern – progetto di SANAA)
  • Muvim (Museo Valenciano de la Ilustraciòn – Consuegra, 2001)
  • Museo del Patriarca
  • Museo Nazionale della Ceramica, all’interno della casa nobiliare barrocca di Marquès de Dos Aguase (XVIII sec.)
  • Museo de Bellas Artes che si trova all’interno di un seminario del XVII sec.
Contatta il team di Viaggi di Architettura per informazioni, prenotazioni o personalizzazioni sull’itinerario dedicato alla città di Valencia.

Scroll to top