Viaggio di architettura di 72 ore alla scoperta dei nuovi quartieri della trasformazione urbana nella città svizzera.

GIORNO 1:

Ore 07h23 Partenza da Milano Centrale con treno

Ore 11h29 arrivo a Basilea e check in al Nomad Hotel , design hotel della città aperto nel 2016 con progetto a firma di Buchner Bründler. Pranzo libero e passeggiata verso  l’area di Kleinbasel dove è possibile vedere numerosi riconversioni di vecchi edifici industriali.

Visita iniziale del complesso commerciale e residenziale Riva (Jessenvollenweider Architektur, 2014), e tappa successiva al Werkraum Warteck, (recupero e ampliamento a cura di Peter Bender con Kopf, Keckeis & Bay), luogo di co working che unisce progetti di varia natura sotto un unico (straordinario) tetto. All’interno del vecchio edificio che ospitava una birreria, oggi troviamo imprese creative, bar e ristoranti. Visita ad alcuni atelier e al complesso in generale.

Proseguimento per Building number 1, (solo esterno) quartier generale della casa farmaceutica “La Roche”, attualmente l’edificio più alto della città (Herzog & de Meuron, 2015).

Visita successiva al Museo Tinguely (Mario Botta, 1996), donazione della casa farmaceutica “La Roche” alla città di Basilea in occasione del centenario della sua nascita. Giro e approfondimento della struttura e della collezione straordinaria di sculture di Tinguely e di Niki di Saint Phalle.

Ore 18h30 rientro verso il centro città passando sul ponte per arrivare al Kunst Museum, – ampliamento Neubau, a firma dello studio locale Christ & Gantenbein (2016) (solo esterno), quindi il Kunsthalle e il centro storico di Grossebasel.

Cena libera e pernottamento. Si consiglia tappa al Volkshaus Basel, con interni a cura di Herzog & De Meuron.

GIORNO 2:

Prima colazione in hotel

Ore 09h00 partenza con il tram per il quartiere Dreispitz, dove sorgono ex magazzini di proprietà della dogana della città, trasformati in quartiere super creativo su masterplan di Herzog & De Meuron. Qui sono volutamente affiancate architetture di scala e tipologie variegate, magazzini e luminosi cubi di cristallo.  
Di proprietà della Fondazione Christoph Merian – banchiere e milionario nell’800 – il quartiere  cede spazi a enti, scuole e musei con costi per l’affitto concordati per promuovere e favorire il fiorire di attività artistiche e culturali nella zona.

Visita guidata al HeK, – House of Electronic Arts, museo fondazione per la promozione della cultura digitale nell’era dell’informatica. Il centro, trasformato da deposito merci della dogana, è stato inaugurato a fine 2014 e rimane uno dei progetti pionieri di Dreispiz.

HeK è un luogo interdisciplinare che comprende spazi espositivi, un teatro per danza, musica e performance con design e appartamenti per residenze d’artista. Il centro è il primo del suo genere per la salvaguardia e la conservazione di opere digitali.

Visita al vicino complesso del Campus delle Arti, con la  sua spettacolare biblioteca e le sue zone comuni, sopralluogo ai vecchi edifici della dogana di Helsinkiplatz per visita (esterna) agli appartamenti e alla Fondazione di Herzog & de Meuron, al complesso polifunzionale Transitlager (Bjarke Ingels Group / BIG 2016) riconversione di un capannone in cemento armato degli anni ‘60 in complesso polifunzionale che contiene uffici, abitazioni e un’accogliente biblioteca.

Tempo libero per il pranzo sulla piazza di Dreispitz e tappa successiva allo Schaulager, (Herzog & de Meuron, 2003) un contenitore nato per lo stoccaggio di opere d’arte contemporanea, visita al complesso e alla mostra su Bruce Naumann – disappearing Acts.

Passeggiata al Basel Hostel, vecchia fabbrica di nastri del 1851, trasformata in un design hostel super minimal a firma dello studio di Basilea Buchner Bründler nel 2007.  Visita all’edificio e  agli spazi comuni del progetto.

Proseguimento con un Rhine Taxi lungo il fiume Reno per ammirare edifici di entrambi i centri storici della città: Kleinbasel (Basilea minore) Grossbasel (Basilea maggiore), compreso lo studio di Herzog & de Meuron.

Attracco a Holzpark il parco di legno temporaneo nel quartiere alternativo di Klybeck. Holzpark è costruito in maniera spontanea su questo ‘non luogo’ lungo il fiume, un quartiere interamente realizzato con materiale di recupero che si anima d’estate con bar e locali temporanei, un teatro e padiglioni multifunzionali pop-up costruiti con pallet.

Vista al vicino  ‘Aktienmühle’, lo storico mulino del 1898, convertito nel 2016 dallo straordinario Habitat Foundation in un complesso di co working per artigiani, con laboratori, spazi per stoccaggio e ristorante.
Tempo per cena libera al Turbinenhaus, o al Volta Bräu, birrificio all’interno di vecchia centrale elettrica in disuso.
Rientro libero in hotel e pernottamento.

GIORNO 3:

Prima colazione in hotel

Ore 09h30 Partenza per la Fondazione Beyeler (Renzo Piano, 1997), visita guidata di un’ora circa della struttura per approfondire il rapporto tra spazi interni ed esterni, dove la luce dialoga con l’architettura, l’arte e la natura. Infine tappa al progetto di estensione architettonica a firma di Peter Zumthor.

 

Ore 12h00 Partenza con bus per il Vitra Campus che dagli anni ‘80 lavora sugli edifici in collaborazione con architetti di fama mondiale come Tadao Ando, Richard Buckminster Fuller, Frank Gehry, Nicholas Grimshaw, Zaha Hadid, Herzog & de Meuron, SANAA, Álvaro Siza e altri ancora.

Pranzo e tempo libero nel campus per fotografare la zona, e visita guidata dell’architettura degli edifici tra cui il Vitra Design Museum,  il Vitra Silde Tower, l’Álvaro-Siza-Promenade, il complesso produttivo e la parte espositiva dove è possibile ammirare il netto contrasto degli edifici che si ergono in armonia nel parco e nella natura, in coerenza con la filosofia aziendale di Vitra.

Tempo libero per visita alle mostre in corso  (ingressi non compresi), tra cui Night Fever Designing Club Culture 1960 – Today:  mostra sulla club culture dove vengono mescolati forme di design di interni, arredi, grafica artististica, insieme a suoni, luci, moda ed effetti speciali.

Ore 16h00 rientro in città, ritiro del bagaglio

Ore 17h31 partenza dalla stazione centrale di Basilea

Ore 21h37 arrivo a Milano

La quota comprende:

  • 2 notti al Nomad Design Hotel 4* compreso prima colazione e tasse;
  • Treno a/r in 2° classe da Milano compreso diritti di emissone;
  • Visite guidate al Tinguely,  HeK, Schaulager, Fondazione Beyeler, Campus Vitra;
  • Barca taxi;
  • Basel Card: Carta per uso illimitato di mezzi pubblici e wifi in città;
  • Ingressi al HeK, Tinguely, Schaulager, Fondazione Beyeler, Campus Vitra;
  • Accompagnatore italiano per l’intera durata del viaggio

La quota non comprende:

  • Pasti e bevande;
  • Mance;
  • Assicurazione contro annullamento viaggio;
  • Assicurazione medico / bagaglio;

Numero massimo di partecipanti: 25

Si prega di notare che l’ordine delle visite potrebbe essere invertito.

Fatture per Viaggio Studio di Aggiornamento professionale possono essere inseriti nel modello unico dei professionisti.

Scroll to top