Cosa vedere, cosa visitare, le location da non perdere… Viaggi di Architettura vi propone un viaggio alla scoperta dei Paesi Baschi.

L’itinerario parte da Bilbao, una città dal carattere camaleontico, che nel corso degli ultimi decenni si è riqualificata da cittadina industriale a Smart City, puntando tutto sulla cultura, il turismo e la sostenibilità. Qui, in compagnia di architetto residente si avrà l’occasione di incontrare un adetto di Bilbao Ria 2000, l’azienda pubblica responsabile alla trasformazione urbana della città, e che ne illustrerà il masterplan generale:

  • la Metropolitana di Norman Foster
  • il Palacio Euskalduna di Soriano e Palacios
  • i grattacieli Isozaki Atea
  • la Biblioteca de la Universidad de Deusto di Rafael Moneo
  • gli ex magazzini modernisti trasformati in complesso per l’intrattenimento La Alhondiga di Philippe Starck
  • la Torre Iberdrola
  • l’edificio certificato Leed Platinum di César Pelli

bilbao-city

Visita alla penisola del ZaWP – Zorrotzaurre Art Working Progress di Zaha Hadid, progetto di rigenerazione urbana da zona industriale con capannoni ad area di eco-residenze per artisti e spazi dedicati alle arti.
L’iconico Museo Guggenheim di Frank Gehry è un complesso che ha segnato la proiezione internazionale della Bilbao contemporanea, visitato da un milione di persone ogni anno e dando luogo al fenomeno “effetto Bilbao”, utilizzato per esprimere la forza magnetica di un attrattore culturale come motore per il cambiamento urbano.

bilbao

La seconda tappa, raggiunta con bus privato, è la Rioja Alavesa, situata tra il fiume Ebro a sud e l’imponente Sierra de Cantabria a nord.
L’area, di appena 300 km², densa di cantine, di specialità gastronomiche, architettura e arte, si sta qualificando come una delle più interessanti del panorama vitivinicolo mondiale, regalando esperienze straordinarie per l’occhio e per il palato.

Visita di alcune delle nuove “cattedrali” del vino a firma di archistar come:

  • la Cantina di Ysios a La Guardia a firma di Santiago Calatrava
  • la Bodegas Baigorri a Samaniego di Iñaki Aspiazu

E alla ‘Città del Vino’ Marqués de Riscal, dove è presente una delle più antiche cantine di Rioja (fondata nel 1858), con annesso l’ampliamento per l’Hotel Marques de Riscal progettato di Frank Gehry nel 2006, si visita:

  • la cantina CNVE
  • la Vina Real a Elciego-Álava di Philippe Mazieres

L’itinerario prosegue per la citta Vitoria – Gasteiz, dal centro storico di impianto medievale e gestito con norme di particolare sensibilità all’innovazione ambientale, tanto da essere tra i più avanzati in Europa. Il capoluogo dei Paesi Baschi, nominato Capitale Verde Europea 2012, vanta consolidate politiche e programmi di sviluppo sostenibile su temi focali come la mobilità urbana, la gestione dei rifiuti, la gestione dell’acqua e la qualità dell’aria.

  • Cattedrale di Vitoria, premiata come miglior progetto in Europa di recupero di un edificio storico
  • Caseificio e partecipazione alla produzione del formaggio Idiazabal DOC, dove ogni forma è timbrata con una placchetta di caseina con relativo numero, che dopo la stagionatura viene spedito all’interessato

Vitoria – Gasteiz

San Sebastian è la prossima meta al tour dedicato ai Paesi Baschi. La città è sul Mar Cantabrico e circondata da tre monti: il Igueldo, il Urgull ed il Ulia. Gode di un lungomare di 7 km con spiagge dalla sabbia fine e dorata, un centro storico vivace puntellato da edifici classici e moderni e un fermento culturale con un fitto calendario di eventi importanti. Le tappe sono:

  • il Kursaal, centro congressi e auditorium della città, progetto firmato dall’architetto Rafael Moneo
  • il Club Náutico de San Sebastian di Aizpúrua e Labayen (del 1929), che assomiglia ad un’enorme nave razionalista sul mare, location ideale per una pausa caffé
  • il Museo San Telmo, dove l’ampliamento è stato realizzato dagli Nieto Sobejano Arquitectos
  • la Basque Culinary Center, progettato da Estudio Vacuum è un edificio che si ispira ad una ironica pila di piatti. Il complesso è una joint venture tra il Mondragón Unibertsitatea, le istituzioni e gli chef baschi. Ospita la Facoltà di Scienze Gastronomiche (unica in Spagna) e un centro di Ricerca.

A richiesta, Viaggi di Architettura propone per il pranzo un laboratorio gastronomico di pintxos, la tradizionale tapas basca e serviti in spiedini monoporzione, completo di workshop sulla preparazione e da una parte pratica, occasione imperdibile per degustare le singole pietanze!

Per informazioni, prenotazioni o personalizzazioni sugli itinerari dedicati all’itinerario sui Paesi Baschi con Viaggi di Architettura.

Scroll to top