Milano è ufficialmente una delle migliori destinazione in Europa, nella classifica Best Destinations 2016 di Lonely Planet. Milano è stata definita “miglior destinazione turistica”, grazie al fatto che negli ultimi anni è sempre più una meta di riferimento per molti turisti, dopo probabilmente a grandi manifestazioni come è stato nel 2015 con l’Expo. A ciò, infatti, la capitale meneghina ha dovuto rispondere alle molteplici esigenze di incoming con un’offerta ricettiva flessibile e articolata.

Milano è un ricettacolo di sperimentazioni e in particolare nel settore della hospitality dove, si possono creare e sviluppare prodotti di eccellenza ed esempi di ospitalità alternativa e rivoluzionaria rispetto all’idea classica di hotel.

Per raccontarne le evoluzioni, Viaggi di Architettura propone un itinerario delle strutture alberghiere più cool e caratterizzate da nuovi concept, in luoghi inusuali, dagli arredi particolari o di design per offrire un’esperienze unica alla scoperta di Milano.

La prima tappa dell’itinerario ‘Hotel Design Tour’ proposto da Viaggi di Architettura in giro per Milano, è il Mandarin Oriental, il primo albergo della lussuosa catena di Hong Kong. I quattro palazzi ottocenteschi con due corti segrete di cui si compone l’hotel, sono un omaggio a Milano e all’eleganza delle dimore altoborghesi degli anni Quaranta, riletti con uno sguardo cosmopolita. Dalla hall con camino alla palette di colori, alle ceramiche firmate Fornasetti scelte per il ristorante Seta diretto dallo chef stellato Antonio Guida.

Il tour continua verso la zona più lussuosa, nonché cuore degli acquisti del prêt-à-porter di Milano, al Bul­gari Hotel, sito in una stradina privata vicino alla celebre Via Montenapoleone, Via della Spiga, la Scala e l’Accademia di Brera.
L’edificio, risalente al XVIII sec., è stato completamente ristrutturato dallo studio Citterio & Partners; interni minimal con pavimenti e pareti bicolor tra il nero dei marmi dello Zimbabwe e del teak della Birmania e il bianco del travertino di Navona e della pietra vicentina, sfumature brune per gli arredi degli ambienti in contrapposizione alle trasparenze delle ampie vetrate che si affacciano su un lussureggiante giardino di 4 mila m².

Il viaggio continua all’interno dei più originali hotel a Milano. Siamo nel pieno centro della metropoli, a pochi passi dal Duomo e dalla Galleria Vittorio Emanuele. Parliamo del Room Mate Giulia della catena Room Mate Hotels. Progetto di interior design ironico e accogliente in cui si percepisce l’essenza milanese tra originalità e rigore, a interpretazione di Patricia Urquiola.

La passeggiata per gli hotel di design a Milano continua in zona Tortona, verso il Magna Pars, ex sede di una storica fabbrica di profumi, caratterizzato da un ambiente sobrio ed elegante in cui è la fragranza ad essere protagonista. Differenti essenze caratterizzano i diversi ambienti e le 28 suite, in cui anche gli arredi e i quadri a tema, prendono il nome dei profumi.

Il tour prosegue alla volta di Rosso Segnale che propone un nuovo concept di B&B.
Una vecchia casa dei primi del ‘900 è stata trasformata in un Bed & Breakfast di design: tre camere arredate con gusto e ricercatezza sono al primo piano, mentre una piccola galleria per esposizioni artistiche è stata ricavata nella vecchia autofficina al piano terra.
A rendere l’ambiente ancora più raffinato ed accogliente, un terrazzo sul tetto ed un giardino di 120 mq per aperitivi, reading ed eventi musicali.
Rosso Segnale occupa un’intera palazzina terra-cielo e offre spazi di intima ospitalità, ma anche un luoghi di incontri per iniziative legate all’ arte e alla cultura.

Come ultima tappa del ‘Hotel Design Tour’, Viaggi di Architettura vi accompagna al Town@House Street. Ci troviamo di fronte ad un ottimo esempio di riconversione urbana in cui gli spazi commerciali e gli uffici in disuso sono mutati in nuclei per l’ospitalità.
Town House Street rappresenta la prima realizzazione dell’ambizioso progetto curato dal designer Simone Micheli che, in collaborazione con Alessandro Rosso, ha ridefinito il concetto di stile tra vita da città e ospitalità “on the road”. Sono quattro gli spazi commerciali situati in Via Goldoni 33 e trasformati in sontuose suite accessibili direttamente dalla strada, senza il transito obbligato dalla reception. A caratterizzare le camere sono gli eleganti e avveniristici mobili che, con i loro vibranti toni verde, giallo e arancione, spiccano sul color seppia della carta da parati.

NOTA

‘Hotel Design Tour’ di Viaggi di Architettura è un itinerario imperdibile per gli architetti e i designer d’interni, nonché appassionati.
Il nostro cool hunter, residente a Milano, accompagna i gruppi mettendo a frutto la sua esperienza da vero insider.
Tour personalizzabile in base alle esigenze specifiche del gruppo e ai servizi richiesti.

Passeggiate accompagnate in: inglese, italiano, tedesco, francese, giapponese.
Contatta il team di Viaggi di Architettura per informazioni, prenotazioni o personalizzazioni sugli itinerari dedicati alla città di Milano.

Scroll to top