Copenhagen non è solo la sirenetta!
Viaggi di Architettura vi propone di trascorrere un’esperienza unica tra storia e architettura in una delle capitali nord europee più affascinanti. Prima che arrivi il freddo inverno che, da queste parti, si fa sentire particolarmente. Con 3 ore di volo circa si arriva all’aeroporto di Kastrup.
Per meglio immergersi nell’atmosfera danese, proponiamo una sistemazione presso il Radisson SAS di Jacobsen (1960), ispirato al Lever house (SOM) e primo grattacielo di Copenhagen. E per consumare un light meal suggeriamo uno dei caffè sul molo di Nyhavn.

copenhagen

Dopo un giro di orientamento in bus GT (due ore circa) per la città, la visita prosegue con un trasferimento a Klampenborg per fare tappa:

  • al museo di arte di Ordrupgaard di Zaha Hadid
  • al ristorante Jacobsen’s (Jacobsen, 1932) ideale per un aperitivo e/o cena. L’edificio è ubicato sulla spiaggia di Bellevue e fa parte di un complesso che comprende un teatro, una stazione di servizio e varie abitazioni

Un’altra soluzione per vedere Copenhagen è fare un tour in bicicletta o in bike-taxi attraverso i principali edifici di architettura moderna della città, rigorosamente accompagnati da guida specializzata di Viaggi di Architettura.

Il tour comprende:

  • il Centro di Architettura (Nielsen, Nielsen & Nielsen, 1996)
  • il Centro di Design Danese (Henning Larsen, 1999) con visita alla collezione e alla mostra in corso
  • l’Opera (Henning Larsen, 2005)
  • la Banca Nazionale con gli esterni progettati di Arne Jacobsen
  • la Paustian House of Furniture (interni Jørne Utzon, 1987)
  • la New Carlsberg Glyptotek (estensione di Henning Larsen, 1994)
  • il Centro Commerciale Kalvebod Brygge con Nykredit og Gisketorvets (2000)
  • il pluripremiato progetto di Christiansbro, che comprende 50.000 m² di uffici e 5.000 m² di abitazioni neighbour (Henning Larsen/ Cowi Rådgivende, 2000)
  • la Biblioteca Reale denominata il Diamante Nero (Schmidt, Hammer e Lassen, 1999)
  • la Concert Hall di Jean Nouvel
  • l’isola di Brygge e passeggiata attraverso i vari edifici abitativi tra cui Gemini Housing (MVRDV/JJW Arkitekter, 2006)

streets_of_copenhagen-1

Il tour della città prevede anche la visita:

  • del quartiere alternativo di Christiania
  • del quartiere sostenibile di Norrebro con 33.000 abitanti
  • del centro sostenibile di Frediksberg
  • dei vari giardini urbani della città
  • della Galleria Nazionale, un intervento di Møllers (1998), che incorpora la facciata liberty dell’edificio in una struttura moderna.

christiania

Un’altra tappa proposta da Viaggi di Architettura è certamente Øresund City, la parte nuova di Copenhagen, con progetti realizzati dopo la costruzione del ponte Øresund (2000); un collegamento di 16 km tra Copenhagen e la città svedese di Malmö. Il masterplan dell’area di Daniel Libeskind comprende numerosi edifici abitativi e servizi tra cui il Øresund City Housing (Plot Architects, 2006), e T-Hussen (Steven Holl).
Non si può lasciare la capitale senza prima dedicare una breve parentesi al Museo di Arte Moderna Louisiana a Humlebæk, a 40 km di distanza da Copenhagen. Qui, la tappa comporta la visita guidata dell’edificio, della mostra in corso e dell’interessante collezione permanente.
Contatta il team di Viaggi di Architettura per informazioni, prenotazioni o personalizzazioni sull’itinerario dedicato alla città di Copenhagen.
Scroll to top