Milano | CLS Architetti Studio

All’interno di una Chiesa del 16° secolo a Milano, Massimiliano Locatelli del CLS, uno degli studi di architettura italiani di fama internazionale con sede a New York, ha trovato una nuova “casa”.

La chiesa di San Paolo Converso in Corso Venezia è realizzata dagli architetti Antonio Campi e Galeazzo Alessi e sotto la dominazione napoleonica viene sconsacrata per uso magazzinale. Solo nel 1932, grazie ad un intervento di restauro, viene riutilizzata a scopi culturali e in particolare per concerti musicali, vista l’ottima acustica, ma a causa del graduale mancato investimento per la cura del luogo, la chiesa è stata abbandonata fino ai giorni nostri.

La chiesa è distinta in due parti: una anteriore e una posteriore. La prima, aperta al pubblico con reception all’ingresso, una biblioteca nell’altare e una sala riunioni inserita nella zona che collega le due parti. La seconda è riservata alle monache di clausura del convento adiacente. L’intero spazio aziendale si sviluppa su una grande struttura in acciaio tubolare nero naturale e su quattro livelli, avvolti dagli affreschi dei fratelli Campi. Conservare e mantenere i decori alle pareti e sul soffitto è una scelta mirata a creare le fondamenta per le discipline creative, dove gli ospiti internazionali ed emergenti possono organizzare mostre, spettacoli e installazioni.

Fotografia © François Halard.

Scroll to top