Categoria: Hotel & Ristoranti

Dinner in the sky: cenare sospesi nel cielo di Las Vegas

Allacciare le cinture di sicurezza, si mangia! A partire dal 14 febbraio 2009 una nuova emozionante attrazione aprirà a Las Vegas, tra il Palms Casino Resort e il Rio All Suite Hotel Casino. Si tratta di Dinner in the Sky: un tavolo, 22 sedie, prelibatezze culinarie e una spettacolare vista sulla Capitale Mondiale dell’Intrattenimento da un’altezza di 55 metri. Il tutto sospesi nel vuoto.
Lo Sky Box ospiterà fino a 22 persone che potranno cenare godendo di una vista mozzafiato comodamente sedute su sedili in pelle che possono essere rotati fino a 180°, provvisti di cintura di sicurezza e assicurati al tavolo. Fino a cinque camerieri saranno a disposizione nella piattaforma centrale, anche per immortalare con una foto questo indimenticabile momento. Sulla struttura volante sarà possibile anche organizzare eventi: matrimoni, celebrazioni varie. Il prezzo di una cena Dinner in the Sky è di circa 190 Euro.

A prova di bomba l’hotel a zero stelle

Foto: Atelier fur Sonderaufgaben

In caso di attacco nucleare sarai protetto, specialmente se hai deciso di pernottare nell’ex bunker svizzero trasformato in un hotel a 0 stelle. Si trova a Sleven, un piccolo comune con più di 4000 abitanti, nella Svizzera Nord Orientale e precisamente del Canton San Gallo. E se non è l’attacco nucleare a spingerti in Svizzera, in tempi di crisi finanziaria puoi alleviare il portafogli e decidere di prenotare il tuo soggiorno nel primo albergo al mondo che inaugura la categoria dei 0 stelle: il Null Stern. Situato sottoterra, propone una formula low cost con prezzi che si aggirano tra gli 8 e i 16 euro a notte. Il vecchio bagno in comune della struttura è stato trasformato in una fontana, e una telecamera live proietta immagini dell’esterno su un grande schermo. Le sistemazioni sono essenziali e minimali: letto, comodino e coperta. Frank e Patrik Riklin sono gli artisti a cui le autorità locali hanno commissionato il restyling del rifugio atomico in un hotel a prova di bomba. In caso di emergenza l’hotel, nel giro di 24 ore, potrà – secondo una legge svizzera – essere riconvertito in bunker.

La spa dalle forme vegetali firmata Mario Botta

Senza precedenti, il centro benessere del Grand Hotel Tschuggen, progettato dall’architetto ticinese Mario Botta, incastonato nello straordinario paesaggio di Arosa, si presenta con una struttura simile a grandi foglie. E’ come se l’architettura volesse imitare il paesaggio circostante assumendo spigolose sagome ancestrali. Di fatto, le geometriche forme vegetali sono inediti lucernai che lasciano passare i bagliori negli ambienti ipogei sottostanti dove c’è il centro benessere. L’architettura emerge così dalla montagna, si sposa con lo spazio circostante e gioca con la luce del sole e il riverbero della neve. Gli interni, organizzati in una serie di moduli inseriti in un unico grande spazio, dall’esterno non si vedono, ma si susseguono e comunicano attraverso i lucernai. Tra spazi esterni, con solarium e piscina, e quelli interni compresi i terrazzamenti circondati dalla natura, la superficie complessiva della spa Bergoase è di 5300 metri quadri. Una passerella in vetro e acciaio collega l’oasi del benessere con l’albergo dotato di camere e suite con il massimo del comfort e di un impianto di risalita privato. Il Tschuggen Grand Hotel è membro dei “The Leading Hotels of the World“, un consorzio alberghiero di lusso che opera a livello internazionale da più di 78 anni.

Jumbo Hostel: l’albergo con le ali

Jumbo Hostel

Un hotel con le ali. E’ il nuovo Jumbo Hostel realizzato dall’imprenditore svedese, Oscar Dios, che aprirà i battenti il prossimo 15 gennaio nei pressi dell’aeroporto di Alranda a Stoccolma. Il Boing 747 della Transjet, attivo dal 1976 fino al 2002, offre un’insolita proposta, se non l’unica al mondo, visto che è il solo albergo sul pianeta realizzato all’interno di un Jumbo Jet. Ottantacinque posti letto per un totale di venticinque stanze, tutte dotate di Tv e collegamento Internet, oltre che di informazioni sugli orari delle prossime partenze dal vicino aeroporto di Arlanda. Alcune stanze dispongono di un bagno in comune posizionato lungo il corridoio, altre sono invece dotate di servizi privati. La spaziosa Cockpit Suite, ex cabina di pilotaggio, concepita per una o due persone, offre una vista panoramica e un ampio bagno con doccia. Il check-in è previsto a partire dalle 16 mentre il check-out non deve avvenire oltre le 10 del mattino. Le prenotazioni si possono effettuare sin da subito.

L’esperienza geoturistica del Juvet Landscape Hotel

Juvet Landskapshotel

Fuori dall’ordinario, a stretto contatto con la natura, il Juvet Landscape Hotel, situato ad Altastad, in Norvegia, offre un’inconsueta esperienza geoturistica. Immerso nel paesaggio, l’hotel propone ecoambienti luminosi suddivisi in dieci camere cubo separate che, insieme al granaio e alla fattoria del 16° secolo, punteggiano il vergine scenario circostante.  Netti e precisi, i volumi distinti di ogni singola camera sono ricoperti da superfici di legno e grandi vetrate. Gli interni presentano scure rifiniture e accomodanti poltrone per godere appieno dei suggestivi panorami. Gli affacci, diversi a seconda della localizzazione della camera, offrono scorci unici sulle profonde gole, sulle montagne, sui fiumi e sulle sontuose valli del Parco Naturale. Inclusi nella tariffa anche ski pass o visite guidate, rock climbing o rafting. L’Hotel Juvet, progettato dallo studio Jensen&Skodvin è stato selezionato dal Times tra gli “hottest hotels” del 2009.

Canis Resort: quattro stelle per quattro zampe

Hotel lusso per cani: è stato inaugurato la scorsa settimana, a Monaco di Baviera, il Canis Resort, un albergo a quattro stelle realizzato per ospitare il migliore amico dell’uomo. Concepito per venire incontro alle esigenze di viaggiatori d’affari, è ubicato a Freising, a nord della città, a soli 9 km di distanza dall’aeroporto. Si presenta come un villaggio, con nove dog lodge, casette riscaldate con giardino privato che possono accogliere fino a 45 cani. All’ingresso, all’amico Fido viene proposto un test di personalità per valutare dove meglio potrà alloggiare, se nelle casette insieme agli altri amici a quattro zampe oppure, se il padrone lo desidera, soggiornare da solo nel lodge, in estrema comodità. Oltre al dog sitter, 24 ore su 24, gli altri i servizi aggiuntivi sono: toilette; esercizio; addestramento e assistenza sanitaria. Previsto anche l’accompagnamento Gate to Gate, il trasfer all’aeroporto di Monaco. Il costo per l’assistenza giornaliera è di 65euro, 80euro invece per il pernottamento e il trattamento di pensione completa.

Rough Luxe Hotel: grezzo e lussuoso in stile

Sorprendente, dallo stile lussuoso e fatiscente, grezzo ed elegante, glamour e decadente. E’ il nuovo hotel londinese che ha aperto i battenti lo scorso settembre nei pressi di King’s Cross, progettato dal designer Rabih Hage. La consistenza delle mura, ricoperte da intonaci decrepiti, abbraccia un nuovo concetto di bellezza, tutto soggettivo. Se si finisce col pensare che abbiano dimenticato di rifinire i dettagli del nuovo albergo londinese, ci si sbaglia. E’ lo stile che è differente: una miscela di archeologia urbana dai pavimenti scoperti, dai muri tinteggiati a scheggia che ne rivelano tutta l’antichità, accostati ad un opulenta e gloriosa teppezzeria contemporanea, a pezzi di arte moderna e a complementi d’arredo di altissima qualità. In alcune delle nove stanze, le mura decostruite contrastano con gli enormi murales creati dal fotografo d’interni, Massimo Listri. Il lusso è anche palpabile sui tessuti, sui letti e sui materassi di ottima finitura. Il Rough Luxe Hotel è il luogo dove vecchio e contemporaneo si unisco per creare una nuova filosofia di vita.

La camera d’albergo del futuro

Un continuum spaziale caratterizzato da transizioni fluide e da singolari bordi accentuati. E’ la camera d’albergo del futuro dove, architettura, tecnologia e corpo umano si fondono. Disegnata dal Laboratorio Australiano Lava, in collaborazione con il Fraunhofer Iao (Institute for Work Organisation), si presenta con luce anti jet lag e grandi finestre multimediali. Dotata di zona benessere personale e letti con il massimo del comfort, è stata progettata per incontrare le aspettative e i bisogni dei viaggiatori di domani, alle prese con le tecnologie più all’avanguardia. La camera d’albergo del futuro, così concepita, rappresenta oggi l’innovazione più estrema nel campo della comunicazione visiva, dei media e dell’industria manifatturiera.

Foto: diritto d’autore Gee-Ly.

In Svezia…galleggiando su un hotel

Nel consueto spazio dedicato agli hotel ve ne proponiamo uno davvero unico, anzi…il primo hotel galleggiante in Svezia. Salt & Sill offre ai turisti una prospettiva tutta nuova alla costa occidentale selvaggia e rocciosa. L’hotel ‘galleggerà’ ad un’ora da Göteborg così da far apprezzare i famosi frutti di mare della zona nel vicino e rinomato ristorante Salt&Sill nell’isola di Klädesholmen (detta «isola dell’aringa»). E si…perchè il nostro hotel è da considerarsi una piccola isola. 6 edifici a due piani disposti su due pontoni galleggianti accanto al ristorante, con un totale di 23 camere e 48 posti letto. Estetica e funzionalità: un mix di granito e legno, con pavimenti di velluto. La realizzazione dell’ albergo è all’insegna dell’eco-sostenibile: i pali in acciaio che lo sostengono sono ancorati al fondale marino; il materiale di scavo ottenuto dai lavori verrà riutilizzato per costruire una nuova scogliera al largo della struttura a beneficio della fauna ittica e dei crostacei; il lato inferiore dei pontoni sarà l’habitat ideale di conchiglie e mitili. La parte sottostante dell’albergo avrà la funzione di un enorme impianto di purificazione per l’ambiente marino.

Design di classe per l’ Hotel Waldorf

L’ Hotel Waldorf (gruppo Premier Hotel) a Milano Marittima si propone come ‘la vostra casa lontano da casa’. 5 stelle di esclusività, classe, gusto e raffinato design coniugati alla cura di ogni minimo dettaglio. L’hotel dispone di 30 Camere Design dotate di vista mare e 4 Suites che a breve saranno inaugurate ed anche è poco distante dal ‘salotto dello shopping’. Al primo piano, il ristorante La Settima. Vi accompagnerà  il rumore rilassante della fontana del piano terra. Hanno brillantemente collaborato il poeta e scrittore Tonino Guerra e il mosaicista Marco Bravura.

Scroll to top