Categoria: Hotel & Ristoranti

Relax e natura in campagna: La Casa Rossa

Campagna, boschi, aria buona e tanto relax. In un luogo magico, vicino Todi, si trova La Casa Rossa, un’elegante dimora del  XVIII secolo, recentemente ristrutturata dall’architetto Michela Genghini di Assostudio. Tre livelli per 500 mq immersi nel verde, in una straordinaria varietà di piante e fiori e una piscina dove nuotare e rinfrescarsi. Dotata di tutti i comfort possibili, dispone di quattro camere matrimoniali e due doppie con bagno privato, soggiorno con camino e cucina professionale con tavolo per 12 persone. Tra i servizi, linea Adsl, lavanderia, governante, giardiniere, parcheggio e riscaldamento autonomo in ciascun ambiente (per l’inverno). L’antico Borgo di Todi è raggiungibile anche a piedi (3,5 km) attraverso un percorso nella natura incontaminata del bosco.

A380 In Flight Kitchen: l’aereo ristorante di Tapei

A380 Restaurant

Senza turbolenze, senza cinture di sicurezza e senza bagagli a mano. Nel centro di Tapei il ristorante A380 In Flight Kitchen non vola ma offre squisiti piatti da gustare, spesso di ricette occidentali servite in contenitori di plastica. Proprio come sulla confortevole poltrona dell’aereo, i passeggeri si accomodano e ordinano alle cameriere vestite da hostess filet mignon o waffles, oppure pesce e carne con contorno. Come negli autobus del cielo, ai clienti  viene dato il benvenuto a bordo e consegnata una carta d’imbarco per l’attesa del proprio tavolo. Degli 84 posti a sedere, 20 sono first class oppure riservati a gruppi che prenotano anticipatamente. L’unico dubbio che salta in mente è che nell’Airbus possa essere servito cibo delle compagnie aeree. Così non è. Il menù è vario e l’esperienza simulata funziona.

Terme marine e design d’eccezione

1835 White Palm Hotel – Cannes

Spettacolo e innovazione. Design e cura del corpo al 1835 White Palm Hotel di Cannes. Vetro, acciaio, pietra e legno grezzo canadese sono i materiali utilizzati per l’albergo culto della costa azzurra che, nell’esclusivo centro HO2 Thermes Marins offre Thalasso terapia, insieme a design d’eccellenza. Sparsi per l’hotel installazioni di Tokujin Yoshioka, Brad Howe, Nada Debs, e dell’immancabile Philippe Stark; e per le ampie camere dove c’è anche la possibilità di scegliere tra 6 diversi tipi di cuscini. Tra le tante novità, anche il “coach seduction”, consigli su misura per trucco, taglio di capelli e colore più adatto per le signore. Ma non è tutto: il ristorante della Spa, Le Bio, propone menù leggeri in packaging nipponici, come la bento box, con alga kombu, cereali, verdure, pesce. Per ottimizzare gli effetti delle cure anche un personal shopper d’eccezione, il cuoco Raynard Thivet con cui andare a comprare, al vicino mercato Forville  e da un erboristeria vicina, le piante giuste da associare ai cibi. Per una remise en forme perfetta.

Abu Dhabi: lusso e bellezza a 5 stelle

Abu Dhabi – Helix Hotel

Elocoidale, vorticoso, estremamente hi tech e lussuoso. E’ l’Helix Hotel di Abu Dhabi, cinque stelle di lusso, una delle ultime creature d’architettura avveniristica progettato dallo studio newyorkese Leeser Architecture. Come una spirale, l’edificio che sorgerà, sembra avvolgersi su se stesso, quasi come se fluttuasse nell’aria, provocando un’impressione di vuoto e fascinosa precarietà eterea. Le 208 camere verranno disposte lungo i piani dove ristoranti e suite arricchiranno la scena, insieme a negozi e spazi di intrattenimento per turisti. Sulla terrazza, all’ultimo piano, una grande piscina dal fondo trasparente, consentirà il passaggio della luce negli ambienti interni. Anche una cascata d’acqua climatizzata contribuirà a rendere il gioco delle trasparenze e del movimento più spettacolare che mai. Nel rispetto dell’ambiente, l’Heliz Hotel sarà ricoperto dal Grow, un materiale speciale con proprietà fotovoltaiche.

Pagine d’autore: l’accoglienza dei Golden Book Hotel

Amore per le lettura e la letteratura. E’ l’elemento distintivo della catena Golden Book Hotels, una quarantina di alberghi italiani legati tra loro dalla scelta di far trovare in camera, ai propri ospiti, un volume da leggere, sfogliare e amare. Un souvenir originale per una vacanza dal valore speciale. Cinquencentomila libri è il totale degli libri offerti, negli ultimi tre anni, agli ospiti degli alberghi distribuiti non solo in Italia ma anche in Francia, Spagna, Germania, Svizzera, Austria, Inghilterra. I libri sono stati realizzati per il 65% in versione bilingue italiano / inglese, per il 25% in italiano / tedesco e per il 10% in italiano/francese, e si è iniziato recentemente a editarli anche in edizione italiano / spagnolo. Esistono anche alcune versioni internazionali dove l’ italiano non è presente, ma sono abbinate altre due lingue fra loro. Nelle speciali edizioni Golden Book Hotels sono presenti più di 80 titoli, suddivisi in diverse collane, seguendo sempre il criterio di offrire un mix di autori e di racconti brevi, storie, poesie, per fare in modo che l’offerta di lettura sia il più possibile diversificata. C’è  la collana Il Caffè, che riunisce i grandi classici; Le Menadi, dedicata agli scrittori toscani; I Rebbi, dedicata alla gastronomia; Le Naiadi, con storie di natura e ambiente; Le Mimose, racconti d’ autrice; Albatross, dedicata ad autori europei; i MiniLibri, nella versione ridotta di sole 64 pagine; una raffinata collana di letteratura erotica, chiamata X – Libris. E infine Eureka!, con i racconti di autori contemporanei emersi dai concorsi letterari che la stessa Golden Book Hotels bandisce ogni anno, dando spazio e vetrina al talento spesso sottovalutato di tanti bravi scrittori, dimenticati dai tradizionali circuiti di distribuzione libraria. Lontano dalle tentazioni mordi e fuggi, le proposte Golden Book Hotels mettono al centro della vacanza il ritmo lento e la ricerca di sè.

Andel’s Hotel: design di fabbrica

Andel’s Hotel

Recentemente inaugurato il quarto hotel della catena alberghiera Andel’s  nella città di Lodz in Polonia. La cura degli interni porta la firma dello studio di design Jestico + Whiles. Le stanze, 278 in tutto, sono state arredate in stile contemporaneo e in armonia con il carattere storico dell’edificio che, in passato ha ospitato una grande fabbrica di produzione tessile. Mattoncini, ferro colato, acciaio sono i materiali utilizzati e combinati con moderni accessori e mobili di design. Esclusività e amenità: il binomio caratterizza l’atmosfera dell’hotel, dove i colori e le forme prendono il sopravvento sull’ordinarietà delle combinazioni. L’albergo è dotato anche di una zona per la sauna e il wellness.

One by the five: un nido d’amore a cinque stelle

One by the Five, Parigi

Sexy, romantici, perfetti per una fuga per due. Sono gli hotel dal potere seducente  che VdA aveva già recensito nei mesi scorsi. Alla lista se ne aggiunge un altro ancora, è il One by the five, situato a Parigi, nel quartiere latino. Quarantacinque metri quadri di lusso, dove l’atmosfera che si respira è decisamente francese, lo stile della camera si distingue per il suo design di tipo avanguardista. Il letto è come un grande canotto galleggiante che consente, vista l’altezza, di godere di spettacolari viste dalla finestra. Intriganti sorprese stimolano la fantasia: le luci, gli accessori e la doccia, con i loro dettagli contribuiscono a regalare un’ esperienza memorabile. Il nido per due a cinque stelle costa 940,00 euro a notte. Ma se il soggiorno si estende sono previste riduzioni per prolungare il piacere di starci.

Gourmet by Small Luxury Hotels of the World

Presi per la gola per godere di cibi deliziosi e vini superbi. La nuova guida “‘Gourmet by Small Luxury Hotels of the World’ ci prova sul serio e invita a cedere alle tentazioni per soddisfare al meglio il palato e il gusto. Sessantaquattro pagine di bontà in cui le proposte dagli hotel affiliati al network abbondano. Il tutto arricchito da ricette e suggestioni culinarie rivelate dai migliori chef e sommelier del mondo. Si va dal maggiordomo personale che serve il pranzo su uno yacht con equipaggio al pic nic in gondola con degustazioni di piatti dell’enogastronomia veneziana. Tour in elicottero, cenette romantiche su spiagge esotiche, caccia al tartufo, degustazioni di tè sono solo alcune delle esperienze offerte e segnalate sulla guida accompagnate da indicazioni su come andare alla scoperta del vino per esplorare vigne private, oppure cucinare ricette tipiche locali.  I pacchetti del programma Gourmet possono essere prenotati attraverso il sito o chimando il numero verde 00-800-525- 48000.

Dolder Grand Hotel firmato Norman Foster

Dolder Grand Hotel. Foto: Studio Foster and Partners.

Ispirate ai Rolling Stones, a Giulietta Masina, ad Herbert von Karajan e ad Alberto Giacometti. Sono le top suite dello storico albergo Dolder Grand Hotel di Zurigo, progettato originariamente da Jacques Gros, e trasformato, ad opera dell’architetto britannico Norman Foster, in un lussuoso resort, con nuovi spazi interni e una facciata completamente rinnovata. Contemporaneità e senso della storia sono unite perfettamente in sintesi nel nuovo progetto dello studio londinese, affiancato da United Designers per l’architettura d’interni. La novità più importante è rappresentata dalla spa, un’area di 4 mila metri quadrati che ospita un’ampia piscina termale alla quale si giunge attraversando un corridoio scavato nel terreno, come un canyon. Le pareti della spa presentano delle aperture che consentono il passaggio dei raggi solari regalando ai visitatori un gioco dinamico di luci e ombre che assicura comunque la privacy necessaria. Il progetto ha previsto una serie di strategie volte al risparmio energetico. Gli spazi sono più che raddoppiati rispetto alla precedente struttura, ma nonostante ciò i consumi risultano dimezzati. Questo grazie alle pompe di calore geotermiche installate nella zona sottostante alla spa e all’involucro a triplo vetro altamente performante che garantisce isolamento e ombreggiamento naturale. I raggi solari, infatti, entrano attraverso le fessure create nelle pareti del corridoio, offrendo una sensazione di privacy all’ospite immerso in un gioco di luce e ombra.  Dolder Grand gode di una posizione ambientale unica, su una collina che domina il lago, la città e i boschi circostanti. Le camere singole, deluxe o suite di varie tipologie e dimensioni caratterizzano l’offerta alberghiera. Nelle quattro top suite l’arredo e il design d’interni è diverso per ognuna. La più grande, la “Maestro Suite”, ispirata al direttore Herbert von Karajan, si sviluppa su due piani per una superficie di 400 mq. Ognuna delle due camere da letto ha un bagno proprio, di cui uno dotato di sauna. Ci sono, inoltre, una sala da pranzo con cucina annessa, una biblioteca e una sala relax, in cui il rivestimento in legno dipinto di colore rosso e nero, è stato restaurato nelle sue forme originarie sulla base della documentazione storica. Divani e chaises longues, un bar e un camino completano l’arredamento della suite. Inoltre il largo balcone sulla torre e la terrazza, godono della migliore vista di tutto l’albergo. “Carezza Suite” è, invece, ispirata ad Alberto Giacometti, artista e scultore svizzero; situata all’ultimo piano della Spa Wing, è caratterizzata da una zona living con arredi scultorei e dalle forme organiche che evocano opere d’arte, due camere e bagni con vasca idromassaggio, doccia a vapore e sauna interna. Tutto enfatizzato da colori neutri e da un’illuminazione scenografica. La “Masina Suite” è ispirata a Giulietta Masina, attrice e moglie di Federico Fellini. Situata all’ultimo piano della Spa Wing, ha una superficie di 170 mq ed è caratterizzata da interni in stile italiano, con un tocco del glamour del mondo del cinema anni ’50. La “Suite 100”, infine, è ispirata ai Rolling Stones (The 100 Club, Londra), con un soggiorno arredato da divani angolari e sedute di colore rosa, tutto stile anni ’70. La terrazza offre viste panoramiche sull’edificio storico dell’hotel e sul lago. L’hotel dispone anche di due ristoranti e un bar aperti alla clientela esterna. Grandi sale da ballo, cinque sale conferenze, tre sale ricevimento offrono innumerevoli occasioni per banchetti ed eventi esclusivi in ambienti unici e suggestivi.

Buenos Aires – Argentina: l’esperienza del design al Mine Hotel

Mine Hotel Boutique è estetica, avanguardia e tecnologia. Realizzato dagli architetti Sternberg Kohen, è posizionato nel quartiere Palermo- Soho di Buenos Aires. Armoniosa la tensione della linee costruttive, naturali i materiali utilizzati nell’arredamento, stile accogliente e cordiale che invita al riposo e al relax. Predominanza di espressioni pure, forme nette. Oltre ai servizi standard, Wi Fi ovunque, Deli & Cafè e collezione Dvd a disposizione degli ospiti.

Scroll to top